venerdì 17 ottobre 2014

Tennis: Camila Giorgi continua a vincere e si aggiudica anche il derby contro Pennetta

immagineMOSCA - Continua il momento magico di Camila Giorgi che in due set, 7-6, 6-4 si aggiudica il derby azzurro contro Flavia Pennetta. Una vittoria che conferma ancora di più la crescita della tennista marchigiana.

Un derby italiano dal sapore generazionale: da un lato Flavia Pennetta, una delle tenniste che hanno fatto la storia del tennis italiano e che ora sta ritornando alla ribalda in coppia con Martina Hingis; dall'altro, Camila Giorgi, la nuova promessa del tennis italiano che si sta facendo spazio in Fed Cup e piano piano anche nel circuito WTA. A Indian Wells Flavia aveva liquidado la giovane marchigiana in due set, lasciandole appena tre set.

Ma da quel match Camila è cresciuta. Lo ha dimostrato la scorsa settimana a Linz e lo ha dimostrato soprattutto proprio nel match contro la connazionale.

Scese in campo con due ore di ritardo rispetto al programma, le due italiane non si sono certe risparmiate o trattate con i guanti: il primo set si è concluso solo al tie-break e senza nessuna palla break. Poi Camila ha preso il controllo del campo e ha allungato fino al 4 a 0. Flavia ha avuto tre palle consecutive per riportarsi sul 4 pari, ma non è riuscita a chiudere il punto decisivo, permettendo così alla marchigiana di chiudere sul 7-4.

Nel secondo set, la brindisina ha provato a cambiare l'inerzia della partita, ma Camila ha salvato prima una palla break e poi, grazie ad un servizio meno veloce ma molto liftato, è riuscita a mettere in difficoltà l'avversaria e a strapparle il servizio nell'ottavo game per chiudere poi sul 6-4. Proprio il servizio sembra essere il colpo migliorato maggiormente dalla ventiduenne che è riuscita a contenere i doppi falli (solo 4) e gli errori gratuiti (23) che invece costellavano il suo gioco. Tanti invece i vincenti - 32 - frutto di un gioco a tutto ritmo che Camila è riuscita a gestire al meglio.

Nei quarti l'attende la vincente del match tra Siniakova e la Mladenovic, la "giustiziera" della Pliskova che aveva battuto la marchigiana nella finale di Linz. 

L'articolo originale è pubblicato su Vivere Marche e Vivere Macerata del 17/10/2014

giovedì 16 ottobre 2014

Tennis: Errani e Vinci alla conquista delle WTA Finals a Singapore

immagineSINGAPORE - Il Master di fine anno si tinge d'azzurro grazie a Sara Errani e Roberta Vinci; le cichis, forti del primo posto in classifica e al Grande Slam, puntano alla conquista del titolo più ambito e che ancora manca nel loro palmares.

Grazie alla conquista del Career Slam (Roland Garros e Us Open nel 2012, Australian Open 2013 e 2014 e Wimbledon nel 2014) Sara Errani e Roberta Vinci sono entrate a far parte della storia del tennis.

Ma manca ancora un tassello per completare l'impresa: vincere il Master di fine anno.

Per questo, l'arrivo delle due italiane a Singapore, dove dal 20 al 26 ottobre si disputerà per l'appunto il Mster femminile, è guardato da tutti con grande attesa. Se dovessero aggiudicarsi il titolo di "maestre", Errani e Vinci entrerebbero a far parte di quel ristretto club di "leggende" che sono riuscite a dominare nei majors nell'era Open: Navratilova/Shiver (20), Ferdandez/Zvereva (14), Serena e Venus Williams (13), Ruano Pascual/Suarez (8).

E i numeri per raggiungere questo storico risultato sono tutti dalla loro parte: in appena due anni, il duo Errani/Vinci si è aggiudicata, oltre ai cinque slam, 23 titoli, rimediando solo 8 sconfitte e portandosi a casa ben 38 vittorie. Numeri da capogiro a cui si deve aggiungere il fatto che per la coppia azzurra si tratta del terzo master consecutivo e quet'anno da numero 1 del ranking. 
Sfugge invece per poco la qualificazione a Flavia Pennetta che, in coppia con Martina Hingis, non è riuscita ad imporsi a Tianjin contro Cirstea e Klepac, una vittoria che invece avrebbe garantito loro un posto tra le migliori doppiste al mondo.

Il Master sarà vivibile su Supertennis TV (canale 64 del digitale terrestre) a partite da lunedì 20 ottobre.

L'articolo originale è pubblicato su Vivere Italia del 16/10/2014

lunedì 13 ottobre 2014

Volley: fase finale amara per l'Italia con le sconfitte contro Cina e Brasile

MILANO - Termina nel peggiore dei modi il Mondiale per la nazionale italiana: sconfitta in semifinale dalla Cina per 3 a 1, le azzurre rimangono fuori dal podio superate nella finalina dal Brasile per 3 a 2. Gli USA si laureano campionesse mondiali. 

Dopo aver fatto innamorare un intero paese, dopo aver strappato cori entusiasti dagli addetti ai lavori di tutto il paese e dopo aver incassato solo una sconfitta, il sogno della nazionale italiana di pallavolo si infrange proprio nella fase finale contro quella Cina che poche settimane prima aveva battuto con facilità per 3 a 1.

Quella scesa in campo però a Milano è una Cina trasformata. Con in campo la giovane Yuan al centro, e trascinata da Zhu (32 punti),  la squadra di Jenny Lang Ping letteralmente travolge l'Italia. Almeno nei primi due set dove in campo si vede davvero una sola squadra.

L'Italia infatti entra in campo molto contratta e davanti alla difesa davvero granitica delle avversariecerca di alzare il livello dei propri attacchi commettendo però troppi errori.

Sotto di 2 a 0 la riscossa dell'Italia parte da Diouf a muro e in battuta, dalla difesa di Del Core e dagli attacchi di Centoni: le azzurre si aggiudicano il terzo set e la partita sembra potersi riaprire (25 a 20).

Il quarto set è una vera battaglia, con le due squadre che procedono di pari passo fino a quota 10. L'Italia prova il primo allungo targato Centoni-Diouf, ma la Cina non si lascia sorprendere e grazie alla solita Zhu si porta sul 15 a 18. Sul 23 a 23, l'opposto italiano trova il quinto ace ma Bosetti non riesce a chiudere il suo attacco. La tensione si fa sempre più palpabile e gli errori per entrambe le squadr aumentano. E' stata però la Cina, al quinto match point, ad avere la mente più lucida e a chiudere così il match , condannando di fatto l'Italia a giocarsi la "finalina" - a sorpresa - contro il Brasile.
La partita valevole per il terzo posto, così, vedrà in campo le due sqaudre favorite alla vigilia di questa fase finale, le azzurre e le verde-oro di Zé Roberto. Anche questo match parte tutto in salita per le padrone di casa: scese in campo visibilmente scosse, le azzurre si appoggiano solo gli attacchi di Diouf (per le 31 punti in totale). Ma non basta. Il Brasile grazie ai colpi di Sheilla e Jaqueline si aggiudicano facilmente i primi due parziali per 15-25 e 13-25.

Le sorti della partita si ribaltano nei parziali successivi, con le padrone di casa che ritrovano punti e gioco sempre grazie alla giovane opposto e ad Antonella Del Core. Con un doppio 25 a 22, l'Italia allunga il match al tie-break ma nel set decisivo ritorna il buio. Il Brasile parte forte  e al cambio campo il tabellone recita 4 a 8, un divario troppo grande da colmare per una squadra che sembra ormai aver perso la grinta e la lucidità.

Si chiude così con amarezza questo Mondiale per i colori azzurri, fuori anche dal podio. Uniche consolazioni, il fatto di aver battuto entrambe le finaliste ed essere l'unica nazione europea tra le prime quattro del mondo.

L'articolo originale è pubblicato su Vivere Italia del 13/10/2014

Tennis: Camila Giorgi si ferma in finale al torneo di Linz

immagineLINZ - Camila Giorgi si ferma ad un passo dal sogno: sul punteggio di 30 a 14 e 6 a 5 nel terzo decisivo set, il suo rovescio lungolinea si ferma sul nastro dando la possibilità a Karolina Pliskova di giocarsi il tie-break e chiudere sul 6-7, 6-3, 7-6.

Il primo titolo di Camila Giorgi nel circuto maggiore deve ancora attendere: la corsa della 22enne maceratese al torneo di Linz si ferma a soli due punti dal sogno, quando un rovescio in lungolinea giocato sul proprio match-point si è andato a spegnere sulla rete, ridando linfa vitale all'avversaria - la ceca Pliskova - che sembrava aver ormai deposto le armi.

Nel terzo e decisivo set, infatti, Camila era stata autrice di una vera e propria impresa, risalendo dal 1 a 5 fino al match point. Ma non è bastato. La ceca, numero sette del seeding, ha saputo sfruttare al meglio il "regalo" dell'azzurra e chiudere alla prima  possibilità e chiudendo così la partita con il punteggio di 7-6, 3-6, 6-7.

Rimane comunque la buona prova della marchigiana che rientra di prepotenza nella top 40 del ranking. Durante il match, in particolare, Camila ha dimostrato ancora una volta il suo grande carattere, andando a recuperare i game di svantaggio sia nel primo che nel terzo set.

Prossimo impegno a Mosca, per l'ultmo torneo stagionale

L'articolo originale è pubblicato su Vivere Macerata del 13/10/2014

sabato 11 ottobre 2014

Tennis: ancora una vittoria per Camila Giorgi; ora è semifinale

immagineLINZ (AUSTRIA) - Continua il momento positivo di Camila Giorgi che supera in due set la neozelandese Marina Erakovic. Match più lottato dei precedenti ma la marchigiana riesce a non lasciare sul campo neanche un set. Ora in semifinale l'attende il derby contro l'altotesina Karin Knapp.

Camila Giorgi accede alle semifinali del torneo WTA di Linz senza perdere un set.

Una corsa perfetta che oggi ha anche messo in luce la maturità della marchigiana che nel momento più difficile del set ha saputo piazzare undici punti consecutivi rompendo il ritmo dell'avversaria e schiantandola proprio nel momento a lei più favorevole.

Dopo un primo set pressoché perfetto, infatti, la ventiduenne azzurra si è trovata sotto 5 a 3; dopo aver annullato il set point alla neozelandese, Camila ha piazzato un break di 11 a 1 che le ha permesso di impattare a quota cinque e poi chiudere sul 7 a 5.

Grazie a questa vittoria, Camila Giorgi ritorna tra le top 40 e raggiunge la terza semifinale di un torneo WTA. Domani, l'aspetta il derby contro la sua compagna di Fed Cup, Karin Knapp, vincitrice di un match lottatissimo contro Tsetana Pironkova. 

L'articolo originale è pubblicato su Vivere Marche e Vivere Macerata del 11/10/2014

Volley: il sogno mondiale dell'Italia continua; semifinale contro la Cina

immagineMILANO - L'Italia accede alla fase finale dei Mondiali di Volley dove affronterà per un posto in finale la Cina. Cresce la febbre mondiale tanto che la Rai trasmetterà in diretta la partita alle ore 20.45.

Il volley, a volte è una questione di matematica. Ed è proprio grazie ai numeri che l'Italia accede alle semifinali dei Mondiali 2014 ancor prima di disputare la sua ultima partita di terzo turno contro la Russia – che per la cronaca è finita 3 a 1. Dopo aver battuto infatti gli Stati Uniti con un netto tre a zero e dopo la vittoria delle americane contro le russe, le ragazze di Bonitta si sono ritrovate catapultate alla quarta e ultima fase.

Ed è stata ancora una questione di numeri se le azzurre hanno conquistato la vetta del loro girone evitando così il temibile accoppiamento con il Brasile.

Ma si sa, i numeri non dicono sempre tutto. Non parlano infatti del gioco delle azzurre che è stato sempre un crescendo; non parla dei sorrisi delle nostre atlete durante i match, en' della loro grinta e della loro tenacia nel giocare ogni pallone; non parla delle storie personali delle giocatrici – di quel numero di maglia di Caterina indossato in onore di sua sorella Lucia fuori per infortunio; non parla nemmeno delle difficoltà affrontate da Bonitta per assemblare una sqaudra che all'esordio sembrava più un patchwork che una squadra vera e propria.

E invece dopo nove partite e otto vittorie – l'unica sconfitta contro la Repubblica Domenicana per 3 a 2 – l'Italia raggiunge la semifinale del suo mondiale. Ora l'attende la Cina che le azzurre hanno già sconfitto per 3 a 1 nella prima fase.

Ma come detto prima, i numeri da soli non bastano nella pallavolo: le finali possono infatti mettere le ali a tutti o creare nervosismo. Quella di sabato sera contro le cinesi sarà un match diverso e che l'Italia deve giocare al suo meglio per riuscire a raggiungere l'ultimo step prima della gloria mondiale.

L'articolo originale è pubblicato su Vivere Italia del 11/09/2014

giovedì 9 ottobre 2014

Tennis: Camila Giorgi vince ancora e centra i quarti al torneo di Linz

immagineLINZ (AUSTRIA) - Con il punteggio di 6-3, 6-2 Camila Giorgia accede ai quarti di finale del torneo austriaco. Ora l'attende la neozelandese Erakovic.
Certo, Ons Jabeur non è una delle teste di serie del torneo. Ma, proprio per questo, la vittoria di Camila ha ancora più valore. Troppe volte, infatti, in carriera, la marchigina ha avuto problemi nell'affrontare giocatrici di classifica inferiore, mentre riserva il suo miglior tennis con le top players.

Questa volta, invece, Camila ha saputo mantenere il controllo dei suoi colpi e della partita sin dalle prime battute, prima portandosi sul 4-3 e infine mettendo a segno un parziale di 4 a 0 che le hanno permesso di aggiudicarsi il primo set.

Nel secondo parziale, il gioco della maceratese non si è scomposto ma è aumentato in qualità e pressione.

Camila ha così concluso il match sul 6-2 strappando un pass per i quarti di finale dove l'attende la neozelandese Erakovic.

L'articolo originale è pubblicato su Vivere Marche e Vivere Macerata del 10/10/2014

Volley: impresa dell'Italia ai Mondiali: 3 a 0 agli Stati Uniti

immagineMILANO - Come un vero e proprio tornado, la nazionale italiana si abbatte sugli Stati Uniti: 3 a 0 in una partita giocata punto a punto che ha visto però le ragazze di Bonitta più concrete a muro e in attacco. Ora le semifinali si fanno sempre più vicine.
In un Forum d'Assago letteralmente preso d'assalto da quasi 10.000 tifosi azzurri, l'Italia si aggiudica con un perentorio 3 a 0 il match d'esordio della terza fase dei mondiali contro i temibili Stati Uniti. Le azzurre mettono così a segno la nona vittoria in 10 gare e si avvicinano sempre di più alle semifinali.

Una vittoria forse inaspettata, visto che la squadra statunitense era una delle favorite alla vittoria finale. Ma l'Italia vista in campo questa sera è stata la migliore dall'inizo di questo torneo. Nel primo set, il sestetto azzurro soffre sin dalle battute iniziali e si trova sempre a rincorrere; quando sul 22 a 19 per le avversarie, il set sembra ormai compromesso, il doppio cambio di Bonitta sulla diagonale d'attacco ha gli effetti desiderati e grazie all'efficace servizio di Ferretti, l'Italia recupera e chiude sul 25 a 23 con un muro granitico di Del Core.

Gli USA tentano di reagire, e nel secondo parziale le due formazioni procedono di pari passo fino al 22 pari. E' Carolina Costragrande a rompere gli equilibri e a consegnare alle padrone di casa anche il secondo set. Le ragazze di coach Kiraly subiscono il colpo e permettono alle azzurre di prendere subito il comando. E' un vero e proprio assolo azzurro che mette in evidenza tutte le atlete della rosa di Bonitta. Sul 24 a 20 la palla arriva di nuovo nella mani di Costagrande che chiude il match al primo tentativo.

Ma non c'è tempo per sedere sugli allori. Si ritorna di nuovo in campo venerdì sera contro le campionesse uscenti della Russia: e il Forum di Assago cercherà di trascinare nuovamente le sue eroine alla conquista della semifinale.

L'articolo originale è pubblicato su Vivere Italia del 09/10/2014

mercoledì 8 ottobre 2014

Tennis: la marchigiana Camila Giorgi ancora protagonista nel circuito femminile WTA

immagineLINZ (AUSTRIA) - Con il punteggio di 6-1, 6-2 Camila Giorgi doma Andrea Petkovic e vola agli ottavi di finale. Per la marchigiana si tratta della terza vittoria consecutiva sulla tedesca.


Sul cemento indorr di Linz, Camila Giorgi (numero 42 del ranking) si aggiudica il match contro la numero 4 del seeding (16 del ranking mondiale) Andrea Petkovic con il punteggio di 6-1, 6-2. In quell'ora e quattro minuti di gioco, la marchigiana ha messo in campo il suo gioco aggressivo e rischioso che nel corso della carriera le ha fatto vincere dei match contro giocatrici di prima categoria (vedi Maria Sharapova nel 2014 ad Indian Wells,  Vicka Azarenka ad Eastbourn e Caroline Wozniacki a New Haven) ma anche perderne contro atlete decisamente di livello inferiore.

Nella gara di primo turno del torneo austriaco, la tennista azzurra schianta letteralmente l'avversaria che rimane in partita solo nei primi due game. Dall'1-1, infatti, è un monologo della Giorgi che assesta un doppio break e si invola indisturbata verso il 6-1.

Nel secondo set, la tedesca, continua a subire il ritmo tambureggiante impresso dalla marchigiana che le strappa il servizio anche nel primo game del secondo parziale. I giochi consecutivi di Camila diventano sette e la frustrazione di Andrea emerge quando, in un impeto di rabbia, distrugge la racchetta scaraventandola più volte a terra. Ma la giovane azzurra non si lascia intimorire e ottiene un altro break nel settimo gioco. Dopo appena un'ora di gioco il tabellone recita 6-1, 6-2.

Negli ottavi, l'aspetta la tunisina Ons Jabeur.

L'articolo originale è pubblicato su Vivere Marche e Vivere Macerata del 09/09/2014

Ginnastica Artistica: la nazionale femminile si qualifica per la finale a squadre; Ferrari e Fasana in evidenza

immagineNANNING (CINA) - Ai Mondiali di Ginnastica Artistica, la nazionale italiana femminile si qualifica per la finale a squadre. Ferrari e Fasana si sfideranno anche per un medaglia al corpo libero e all'all around. In campo maschile centra la qualificazione al concorso individuale Ludovico Edalli.

Vanessa Ferrari e Giorgia Campana, Martina Rizzelli ed Erika Fasana, Lavinia Marongiu, Lara Mori e la riserva Elisa Meneghini:questi i nomi delle atlete che hanno ritagliato un altro pezzo di storia dello sport italiano. La nazionale feimminile - con il punteggio di 222.459che gli è valso il quinto posto assoluto alle spalle di Stati Uniti, Cina, Russia e Gran Bretagna e davanti a Giappone, Romania e Australia - si è infatti qualificata alla finale a squadre dei 45esimi Mondiali di ginnastica artistica in corso a Nanning, in Cina.

Merito soprattutto di Vanessa Ferrari e Erika Fasana. Le due ginnaste dell'Esercito Italian si sono infatti qualificate per il concorso individuale di venerdì 10 ottobre (l'all around nel quale ogni singola atleta si dovrà cimentare con tutti i quattro attrezzi); e nella finale del corpo libero in programma domenica 12, piazzandosi rispettivamente quarta e settima.

Nonostante le prodezze azzurre, gli occhi di tutti sono però puntati su Simone Biles - che sin dalle battute iniziali ha dimostrato di essere l'atleta da battere sfoderando un inarrivabile 59.599 - e sulla nazionale statunitense che ha da subito comandato le classifiche sia individuali che a squadre. Ad insidiarla nell'all around ci saranno la russa Mustafina (58.874) e la rumena Iordache (58.364).

Nella gara di mercoledì - in diretta su Rai Sport 2 dalle 13.00 alle 15.30 con il commento di Andrea Fusco, Igor Cassina e Carmine Luppino - gli Stati Uniti partiranno quindi da favoriti. L’Italdonne - che scenderà in pedana prima del Giappone - si presenterà con questo ordine di lavoro:
TRAVE: Marongiu, Campana, Ferrari;
CORPO LIBERO: Mori, Ferrari, Fasana
VOLTEGGIO: Rizzelli, Ferrari, Fasana
PARALLELE ASIMMETRICHE: Campana, Mori, Ferrari

In campo maschile, la nazionale formata da Alberto Busnari, Andrea Cingolani, Paolo Principi, Paolo Ottavi e Ludovico Edalli, Nicola Bartolini e Marco Lodadio chiude il concorso in 13esima posizione con il punteggio di 340.599. Ludovico Edalli, inoltre, stacca l'ultimo pass valevole per la finale all around di giovedì 9 ottobre, dove lo aspetta il campione olimpico e quattro volete irridato Kohei Uchimura.

Nella finale a squadre, vittoria al fotofinish della Cina sul Giappone. I padroni di casa, nonostante due cadute al corpo libero e alle parallele, si aggiudicano il primo posto in classifica beffando il Giappone per un solo decimo. Terza piazza per gli Stati Uniti che scalzano dal podio sia la Gran Bretagna che, a sorpresa, la Russia.

lunedì 6 ottobre 2014

Volley: l'Italia accede alla fase finale del Mondiale

immagineBARI - Con la vittoria di 3 a 1 sulla Cina l'Italia si aggiudica la prima posizione del suo girone e si qualifica per le final six dei Mondiali di Volley 2014 che si svolgeranno a Milano a partire dall'otto ottobre. Qualificate anche Cina, Brasile, Repubblica Dominicana, USA e Russia.
Italia, Cina, Brasile, USA, Repubblica Domincana e Russia: queste le fantastiche sei che a partire dall'otto ottobre si sfideranno al Forum di Assago nella terza fase dei Volley 2014.

L'Italia, già sicura della qualificazione dopo le vittorie contro Azeirbajan, Belgio e Giappone, si è aggiudicata il primo posto della classifica della sua pool battendo 3 a 1 anche la Cina e volando così a 19 punti in classifica. Nell'altro girone, trionfo del Brasile che si è aggiudicato lo scontro diretto contro gli USA con un netto 3 a 0. Nell'attesissimo match tra Serbia e Russia, a spuntarla sono state le campionesse del mondo in carica che hanno superato le serbe per 3 a 0.

Le sei squadre qualificate dalla seconda fase sono state così suddivise: Pool G: Italia, USA, Russia; Pool H: Brasile, Cina, Repubblica Dominicana. La prima e la seconda classificata di questi due mini gironi accedono alle semifinali per le medaglie.

L'articolo originale è postato su Vivere Italia del 6/10/2014