venerdì 20 dicembre 2013

Fermo ospiterà la Golden League di Ginnastica Artistica nel 2014

immagineIl 13 e il 14 settembre 2014, Fermo ospiterà la Golden League di Ginnastica Artistica femminile, un evento che vedrà in pedana tutte le atlete migliori nel panorama italiano e che servirà a scegliere le partecipanti a Mondiali in Giappone.

Inizialmente la sede prevista era da decidersi tra Pesaro e Firenze, ma a spuntarla nel rush finale è stata Fermo. La Federazione Italiana di Ginnastica ha infatti reso noto nella giornata di giovedì, che sarà infatti la città marchigiana ad ospitare il 13 e 14 settembre la Golden League, la grande novità nella programmazione della ginnastica artistica italiana.

Secondo le prime indiscrezioni, sarà una gara nazionale con la classifica a squadre, individuale e di specialità (quindi come una vera prova internazionale). Vi parteciperanno le prime quattro squadre classificate nel Campionato 2014 di Serie A1, il che assicurerà la partecipazione delle migliori ginnaste del panorama italiano con Ferrari e Ferlito in primis. Per questo, con molta probabililità, la Golden League sarà l'evento che deciderà la formazione che rappresenterà l’Italia ai Mondiali 2014 (Nanning, Cina, 3-12 ottobre).

Inoltre, Enrico Casella convocherà altre dodici ginnaste che saranno “assegnate” alle squadre partecipanti attraverso un sorteggio. La classifica a squadre sarà formata dai migliori cinque punteggi ottenuti ad ogni attrezzo da ciascuna formazione (ogni squadra può schierare quante ginnaste vuole). Le migliori otto ginnaste a ciascun attrezzo parteciperanno alle finali di specialità.

L'articolo originale è pubblicato su Vivere Marche del 21/12/2013

lunedì 16 dicembre 2013

Nuoto: Federica Pellegrini conquista l'oro agli Europei di Herning

immagineHERNING (DANIMARCA) - Federica Pellegrini conquista l'oro nei 200 stile libero agli Europei di Nuoto in vasca corta. Si tratta dell'unico oro italiano assieme a cinque argenti e sei bronzi.
L'Italia chiude con un bottino di 12 medaglie (un oro, cinque argenti e sei bronzi) gli Europei di nuoto in vasca corta disputatisi a Herning dal 12 al 15 dicembre.

Nella prima giornata di gare, gli atleti azzurri conquistano subito due argenti nei 400 stile libero grazie ad Andrea Mitchell D’Arrigo e a Marco Orsi nei 50 stile libero. L’azzurro ha nuotato in 21″ netti, mentre primo è arrivato il russo Vladimir Morozov (20.77) e terzo l’ucraino Andriy Govorov (21.17). Infine, in serata, è arrivato il terzo argento nella staffetta maschile 4×50 misti: Stefano M. Pizzamiglio, Francesco Di Lecce, Piero Codia e Marco Orsi si sono classificati secondi con un ritardo di +0.45 rispetto alla Russia cui va l’oro con un tempo di 1:32.38. Bronzo per la Geramania (+0.68).

Nella seconda giornata è invece arrivata una sola medaglia, quella di Federico Turrini nei 200 misti.

La vera sorpresa di questi europei arriva però con il bronzo di Federica Pellegrini nel 400 stile libero in quella che da sempre è stata la gara maledetta dell'italiana, quella in cui le veniva l'ansia. A sorpresa anche l'argento nella staffetta mista che ha visto scendere in vasca Luca Dotto, Marco Orsi, Silvia di Pietro e Erika Ferraioli. Infine, Gabriele Detti conquista il bronzo dei 1500 e Orsi va di nuovo a medaglia (bronzo) nei 200 stile libero.

L'unico oro della spedizione azzurra a questi europei indoor arribva all'ultimo giorno di gare ed è nuovamente grazie a Federica Pellegrini che, dopo un avvio più lento, recupera nelle ultime tre vasche e batte in 1′ 52″ 80 la francese Charlotte Bonnet (1′ 53″ 26) e la russa Veronika Popova (1′ 53″ 62).  Sempre domenica, Magnini conquista il bronzo dei 200 stile libero e poi si va a prendere l'argento nella staffetta 4x50 stile libero assieme a Dotto, Bocchia e Orsi.   

L'articolo originale è pubblicato su Vivere Italia del 16/12/2013

venerdì 13 dicembre 2013

Al via le Universiadi Invernali in Trentino

immagineTRENTO - Inaugurata la XXVI edizione delle Universiadi Invernali, la sesta in Italia. Da Trento alla Val di Fassa, da Canazei a Predappio, 33 medaglie verranno assegnate agli atleti provenienti da tutto il mondo che dall'11 fino al 21 dicembre si sfideranno nelle varie discipline invernali.
La fiaccola olimpica è stata accesa lo scorso 6 novembre in Piazza San Pietro a Roma, alla presenza di Papa Francesco e da lì è arrivata a Trento, dove l'11 di dicembre è stata inaugurata la ventiseiesima edizione delle Universiadi invernali. Si tratta della sesta edizione italiana dopo Sestriere 1966, Livigno 1975, Belluni 1985, Tarvisio 2003 e Torino 2007.

In totale, in queste due settimane di gare verranno assegnate in totale 33 le medaglie.

Tutto il Trentino sarà interessato. Infatti, al Palaghiaccio di Trento si disputeranno le gare di pattinaggio artistico e short track, mentre allo Stadio del Ghiaccio di Pergine Valsugana le partite di hockey su ghiaccio femminile e allo Stadio “Gianmario Scola” di Canazei in Val di Fassa quelle di hockey maschile (oltre alla cerimonia di chiusura).

Sempre la Val di Fassa sarà teatro delle gare di sci alpino: alla Pista Alloch (Pozza di Fassa) andranno in scena lo slalom e lo slalom gigante, mentre alla Pista Nuova Cima Uomo (Passo San Pellegrino) quelle di super gigante e discesa libera. In Val di Fiemme, invece, spazio a sci di fondo, biatlon e combinata nordica (Stadio del Fondo di Lago di Tesero), salto con gli sci (Stadio del Salto di Predazzo) e le altre gare di hockey sul ghiaccio maschile (Stadio del Ghiaccio di Cavalese).

Il Monte Bondone, invece, presterà le sue piste per lo snowboard e lo sci acrobatico, mentre a Baselga di Pinè si vedranno le gare di pattinaggio di velocità (Stadio del Ghiaccio) e di curling (Rink del Ghiaccio).

Il programma completo e il medagliere sono disponibili sulla pagina ufficiale delle Universiadi di Trento.

L'articolo originale è pubblicato su Vivere Italia del 13/12/2013